Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere dati sull'utilizzo del sito.

Blog

**L'articolo contiene immagini forti**
 
Il 2 ottobre 1968 a Tlatelolco, nel centro di Città del Messico, l'esercito messicano massacrò 300 tra studenti e manifestanti.

Leggi tutto...


PIL si trova in Messico per diversificarsi come cartello della droga, a tal uopo abbiamo seguito il lavoro di un biologo della UNAM nella raccolta di funghi allucinogeni in mezzo ai boschi.

Leggi tutto...


Prendi il Largo, assetata di potere come Hitler, ha deciso di diversificarsi diventando un cartello della droga, a tal proposito ha aperto una filiale in Messico dove il nostro corrispondente troverà la ricchezza o morirà provandoci.

Dove?
Ci troviamo a Città del Messico, a 2300 metri sul mare, che con i suoi 1500 km2 e 9 Mln di abitanti si equivale a Londra sebbene l'area metropolitana (24mln ab.) la porta sul podio delle città globali più grandi del mondo dietro Tokyo e a pari con New York.
Non so cosa sapete o credete di sapere sul Messico,noi siamo qui da poco ma ci resteremo a lungo, pertanto, per non cadere in pregidizi per ora partiremo con una miscellanea di curiosità e stereotipi sfatati:

Leggi tutto...

 " [...] una buona politica culturale non si giudica dagli eventi - per loro natura ovviamente tutti eccezionali, tutti clamorosi, tutti mediatici - ma si giudica piuttosto dal pane quotidiano, dalle attività artistiche e spettacolari dei giorni feriali che costruiscono un rapporto continuativo con un pubblico su tutto il territorio nazionale."

La citazione è tratta da un intervento che che il Maestro Nicola Piovani ha scritto su "Il Mattino" un po' di tempo fa (pubblicazione del 27 Marzo 2012) e che titolava "non chiamiamole sovvenzioni": con simili parole si è concluso anche il suo concerto del 13 Giugno scorso, all'ex Convento dei Teatini a Lecce, nel quale ha diretto l'Orchestra Tito Schipa.

Leggi tutto...

 Prendi il Largo-Lecce, la webzine meno letta in Qatar, questo weekend collabora alla realizzazione del cortometraggio La Zona Avvelenata di Michele Alberto Chironi e Danilo Quibrino,su idea di Francesco Chironi e Michele Alberto Chironi vincitore del Festival del Cinema Europeo 2014.
Il nostro inviato in Salento, infiltrato nello staff degli attrezzisti, cercherà di strappare qualche sfizioseria riguardo a tutto il mondo che orbita alle spalle di una macchina da presa, in questa afosa terra dove tutto sembra stagnante, ma i GGGGiovani non ci stanno a vedere un futuro rilegato all'industria turistica. Abbiamo incontrato Michele Alberto a Lecce, un ragazzetto dal sorriso buono che in vita sua ha fatto a botte solo una volta da piccolo, picchiando un bambino che aveva ucciso un porcospino. Dopo aver visto i suoi lavori precedenti siamo rimasti colpiti dall'influenza Lynchiana, dall'uso sperimentale del focus e delle inquadrature, dai movimenti di camera un pò alla cazzo di cane e abbiamo approfondito un pò la cosa.

Leggi tutto...

clio p

Un'attenta selezione di spot pubblicitari

 

di Chiara Santantonio

Dunque. Io non capisco un cazzo di auto (ed ho un atteggiamento strettamente funzional-strumentalista nei confronti dei beni materiali inorganici) però stamattina in un attimo si sono raccolti tutti i miei frammenti di gusto disseminati per vent' anni in ambito e si sono coniugati con una grande passione che ho nei confronti degli spot pubblicitari, soprattutto quelli semplici e geniali:

"Renault Clio: non solo tutti i modelli di tutte le serie mi piacciono/divertono/colpiscono, ma anche molti relativi spot sono stati sempre stràfichi e meritevoli/con bellissime colonne sonore"

Leggi tutto...

images.jpeg
E' dai tempi del film "IL TAGLIAERBE" che si parla di realtà virtuale, ma dopo gli anni '80 se ne è parlato poco, e quella zitta zitta ecco che si prepara a invadere la nostra vita.

Il merito va al visore progettato e sviluppato in cantina negli ultimi due anni da una start-up americana chiamata OCULUS VR.
Il visore non è ancora stato immesso sul mercato, ma ha già ricevuto oltre 91 milioni di dollari di investimenti di cui circa 2.4 milioni tramite Crowd founding sul sito Kickstarter.

Leggi tutto...

san-lorenzo1.gifIl quartiere di San Lorenzo per la sua vicinanza con l'università la sapienza è prevalentemente abitato da studenti, è pieno di circoli arci e sembra una piccola Bologna sessantottina.

Qualche giorno fa su RomaToday, Marilena, del comitato di via degli Ausoni, denunciava il degrado raggiunto nel quartiere, coi pakistani senza licenza che vendono birra fino alle 5 di mattina (ingiusto verso gli onesti artigiani e venditori) e gli spacciatori che spadroneggiano in piazza, incentivando i disordini, le risse, il vomito, il bivacco, gli schiamazzi, a danno dei non studenti e dei non balordi che egualmente hanno diritto a vivere nel quartiere.
Nello specifico la disputa è tra i pusher che vogliono spacciare nei centri sociali e questi ultimi, nello specifico il civico 32 di via dei Volsci, che non ci stanno, e da li botte da orbi.

Ora, dato che di recente siamo in fissa con la serie tv THE WIRE ambientata nei quartieri di spaccio di Baltimora e visto che sti articoli alla Lucignolo 2.0 tirano lettori come le mosche sulla m...iele.
Insomma siamo andati a San Lorenzo a verificare.
sl4.jpegsl.jpeg

Leggi tutto...

L'impero del "fai da te"

faidate

Come cavalcare il fenomeno "makers" e farci anche soldi? Ci sono riusciti i creatori di iFixit, azienda di San Luis Obispo, in California, nata nel 2003 per vendere on-line pezzi di ricambio per aggeggi elettronici, Tv, cellulari, piccoli elettrodomestici e affini.

Di mega store on-line per parti di ricambio ce ne stanno migliaia ma il motivo per cui iFixit ha preso il volo è che, bravi loro, al suo interno sono presenti delle guide gratuite, divise egregiamente per categoria, su come riparare tutto lo scibile elettronico.

Leggi tutto...

Foto7
Da un po di tempo sui giornali gira voce che Vienna sia la città più vivibile d'Europa, nello specifico si trova al primo posto secondo Mercer Group e arriva seconda nel ranking dell’Economist.
Pertanto il nostro inviato si è finto malato al lavoro per far visita alla sede Austriaca di PIL a Vienna per verificare.

Prima di tutto già dall'aereo abbiamo capito che le austriache si caratterizzano per gambe lunghissime, nasi triangolari e perchè se le fissi negli occhi non distolgono lo sguardo.

Il nostro cicerone in questi giorni è stato il dottor Wieser, noto dietologo carinziano, che alla frase: "Ah Wieser, nun ce ne frega 'n cazzo de Mozart, portace a magna e beve" ci ha indirizzati alla Gastwirtschaft Blauensteiner dove c'era la cameriera un pò bona un po rozza che ti serviva Schnitzel e birra Hubertus (che secondo me è Jägermeister, ma alla fine pare che sant'Uberto era tipo il protettore dei cacciatori)

Leggi tutto...

brimo12.jpg
In seguito a un dirottamento aereo abbiamo trascorso gli ultimi giorni d'estate a Barcellona, la Amsterdam del Mediterraneo, a vedere come se la passano i nostri coetanei catalani.

Visto che in questa città ci siamo già stati un pò tutti, molti per la gita delle superiori, perchè ha in se cultura e divertimento, in questo articolo non si menzionerà nulla di turistico.

CHI
La nostra guida in questi giorni è stata Zaira, indigena contestatrice e sboccata, con un odio spasmodico per i Taxi, di recente in convalescenza dopo essere stata travolta da un auto, essersi rotta le costole e perforata un polmone (le è andata comunque meglio che a Gaudì, ucciso sotto al primo tram della città).

 

Leggi tutto...

unionjack
Dopo furtarelli, denunce, atti osceni in luogo pubblico, incursioni degli sbirri e la nascita di nuovi nemici nel quartiere, ecco che il nostro corrispondente inglese e il suo fido aiutante "il Viscido" fanno finalmente le valigie e lasciano quest'isola patria del precotto, degli arresti facili, delle mille telecamere e del tutto a domicilio.

Leggi tutto...

uk7
Con discrezione, l'estate è arrivata pure in quest'isoletta di miserabili, e con essa le belle andate al mare.

Sappiamo tutti che LONDRA non è l'inghilterra, quindi, visto che chiunque abbia buon senso emigra a Londra, nessuno potrà realmente giudicare quello che vi testimonio io da questa cittadina di 80mila abitanti che perfettamente rispecchia il più profondo animo britannico.(quindi posso sparare minchiate)

Leggi tutto...

Partner tecnici

Prendi il largo

Associazione culturale Prendi il largo

Casarano (LE), Via Cisternella n.18, Cap:73042

Mail: staff[at]prendiillargo.it

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction