Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere dati sull'utilizzo del sito.


Se una cosa vale fatta, vale fatta bene!


Di Filippo Toma

The Grand Budapest Hotel è un film del 2014 scritto e diretto da Wes Anderson (che tutti quelli che ci leggono sicuro sanno chi sia e quanto sia raffinato) ispirato alle opere di Stefan Zweig (che è un austriaco, quindi ho detto tutto).

Questo film ha aperto il 64esimo Festival di Berlino, vincendo il premio della giuria, e giacchè c'era si è portato a casa pure il David di Donatello come miglior film straniero.

Questo stesso film, girato tra Berlino e dintorni, è costato 23 miGlioni di euro ed ha incassato 161 milioni di dollari nel mondo, che, fidatevi, oggigiorno, non è impresa facile.

TRAMA
Centro europa, anno 1932. Seguiamo le avventure di un direttore d'albergo e del suo garzoncello coinvolti nella disputa per l'eredità di una vecchia e facoltosa cliente dell'albergo.

Pochi, ripeto, pochi film possono vantare una tale maniacalità nei dettagli e una sceneggiatura così meticolosa ed elaborata. Va visto e basta. L'unica pecca è forse la scena delle telefonate tra i consierges, in cui la stessa scena si ripete fin troppe volte.

CURIOSITA'
Il personaggio di Madame D. sarebbe dovuto essere interpretato inizialmente da Angela Lansbury (La signora in giallo) che però era occupata e quindi hanno truccato la giovane Tilda Swinton (attrice che a me fa schifo,ma che mi hanno detto che è professionalissima) come se fosse una ricca, vecchia decrepita.

La narrazione si svolge nella fittizia Repubblica di Zubrowka, che, come ben saprà chi avesse dei legami con l'alcoolismo o con la Polonia, è il nome di una celebre Vodka.

I Courtisane au Chocolat, dolcetti assai rilevanti nella trama, sono stati in realtà preparati dall'attrice Saoirse Ronan. "Non è stato facile farli", ha detto la Ronan. "Dimenticatevi le scene d'azione di Hanna (film in cui lei interpreta una giovane assassina): quei piccoli pasticcini sono stati la cosa più difficile che ho dovuto fare per un film".

LA FRASE
"Vedete, ci sono ancora deboli barlumi di civiltà lasciati in questo mattatoio barbaro che una volta era conosciuto come umanità. Infatti è quello che abbiamo a disposizione nel nostro modesto, umile, insignificante ... oh, fanculo"

AIUTO DOVE POSSO VEDERE QUESTO FILM IN STREAMING?

qui, brutti spilorci bastardi.

LA SIMMETRIA MANIACALE
degna di uno psicopatico, tutt'al più di un inglese, non di certo di un taxano.

Partner tecnici

Prendi il largo

Associazione culturale Prendi il largo

Casarano (LE), Via Cisternella n.18, Cap:73042

Mail: staff[at]prendiillargo.it

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction