Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere dati sull'utilizzo del sito.

Taviano, storia dei trasporti su rotaia

Di Cinzia Gianfreda

<< Signori, in carrozza ! >>  Per un attimo è sembrato di udire questo mònito, domenica 23 ottobre a Taviano ( LE), dove , in occasione del centenario della fondazione delle Ferrovie Sud Est, si è tenuta un’itinerante mostra sulla storia dei trasporti su rotaia. La mostra è stata organizzata dal comune di Taviano – assessorato alle attività produttive- in collaborazione con l’associazione culturale Neroghi “Tonino Carluccio”. La mostra è stata allestita in modo alquanto originale su 3 vagoni ferroviari d’epoca , in modo che i visitatori potessero osservare l’esposizione di modellini ricreati ad hoc.  Inevitabile il viaggio nel passato aggirandosi a piedi in quei vagoni affilati uno dietro l’altro, respirandone l’antico e nostalgico odore ed osservando le fotografie d’epoca che descrivono meticolosamente la storia di questo centenario. Nell’800, con il diffondersi delle strade ferrate, si sviluppò tra i ceti medi il turismo ferroviario che per tutto il XIX secolo fu particolarmente legato all’utilizzo del treno, che rese familiare l‘idea del viaggio come puro scopo ricreativo. Si istituirono collegamenti rapidi tra le maggiori città e in Europa furono costruite linee ferroviarie ad uso turistico che permettevano di raggiungere rinomate località balneari, termali e montane. Il 22 ottobre 1931 nascevano le ferrovie del sud est. La convenzione firmata con le ferrovie dello stato consentiva di riunire sotto un unico ente tutte le linee secondarie della penisola salentina. Le linee delle ferrovie del sud est con le loro 36 locomotive a vapore avevano uno sviluppo totale di 473 km e si estendevano da Bari a Santa Maria di Leuca. Nel 1954 le FSE presentarono al governo un progetto di ammodernamento dell’intera rete e nel 1960 entrò in servizio il nuovo materiale rotabile a trazione diesel decretando conseguentemente la fine della tradizione a vapore . Un excursus storico per gli appassionati dei viaggi in treno ad andamento lento che hanno regalato ritmi di viaggio ormai dimenticati e che hanno toccato il nostro territorio con la loro piccola, eppur rumorosa, presenza.

Partner tecnici

Prendi il largo

Associazione culturale Prendi il largo

Casarano (LE), Via Cisternella n.18, Cap:73042

Mail: staff[at]prendiillargo.it

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction