Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere dati sull'utilizzo del sito.

Il primo album dei Man On Wire

DI Benito Carrozza

I Man on Wire sono friulani e cantano in inglese. Questa non è una presentazione, o meglio lo è, ma è anche altro, è una definizione, una rappresentazione del loro primo lavoro West Love.

Per l’intera durata dell album si respirano atmosfere che potrebbero essere quelle assolate e umide di un market nel bel mezzo del deserto americano e adiacente a quell’ampia highway che ci porterà ad assaporare una torta al mirtillo in una tavola calda nella cittadina da lì poco distante.

Lo stesso album, nel suo incedere elegante, ci può rimandare a claustrofobiche strade provinciali che collegano anonimi e freddi centri urbani del nord Italia, ad una madre che sorseggia un caffè nella solitudine di una cucina.

Nomen omen, perché i Man on Wire si mantengono in perfetto equilibrio sul filo che separa gli immaginari sopra descritti, ed è in canzoni come A Thousand Legs, Dust e The Anger Song che ne percepiamo la loro essenza che per forza di cosa non può che essere eterea, ma che arriva alle nostre orecchie con un messaggio intenso che è interpretazione nella sua concezione etimologica: “Colui che serve d’intermediario fra persone che parlano una lingua diversa”.

Partner tecnici

Prendi il largo

Associazione culturale Prendi il largo

Casarano (LE), Via Cisternella n.18, Cap:73042

Mail: staff[at]prendiillargo.it

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction