Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere dati sull'utilizzo del sito.

Intervista a Francesco Corchia

1) Brevi cenni biografici

Mi chiamo Francesco Corchia, sono nato a Gallipoli venticinque anni fa e qui vivo tutt’ora,         da bambino ero molto introverso, ma allo stesso tempo creativo ed estroso (almeno così dicono i miei genitori). Dall’età di nove anni circa ho iniziato a dimostrare interesse per la ripresa video e tutto ciò che riguarda il cinema e la TV.

2) Quando e come hai cominciato?

A livello amatoriale ho cominciato già intorno ai dieci anni di età, mi divertivo a riprendere le varie feste di famiglia (compleanni, cresime, matrimoni, ecc) ed a montarle in modo rudimentale (all’epoca non esisteva il montaggio digitale). E’ stato anche un mio zio ad incoraggiarmi in questa passione, la stessa che aveva lui all’epoca del super 8.

Dopo il diploma ho sùbito iniziato a lavorare per una TV locale, poco tempo dopo nel settore dei video matrimoniali e nel 2009 sono iniziati i miei primi esperimenti in ambito cinematografico, che mi hanno portato l’anno dopo a dirigere il mio primo cortometraggio: “Anodyne 10”.

3) Perchè hai scelto di dedicarti al cinema?

Il cinema mi ha sempre affascinato, da ragazzino vedendo i film in Tv mi chiedevo in che modo si realizzasse un film: le riprese, il montaggio, gli effetti speciali, ecc.

Con il tempo questa passione mi ha preso sempre di più, portandomi ad approfondire gli aspetti legati alla produzione cinematografica.

4) Quali sono state le influenze?

Forse è meglio parlare di registi preferiti, tra questi citerei: Stanley Kubrick, Ingmar  Bergman, David Cronenberg e Bernardo Bertolucci.

 

5) Genere preferito/perchè:

Non ho un genere preferito,  prediligo i film che esaminano la psiche e i sentimenti umani, quindi può trattarsi di commedia, thriller, horror, drammatico, purchè non sia un film banale.

 

6) Segni distintivi del tuo modo di lavorare/riprendere:

Durante la realizzazione di un lavoro curo molto la fotografia, le inquadrature, la composizione e i movimenti della macchina da presa, nonché l’aspetto drammatico ed espressivo degli attori. Mi piace seguire in tutti gli aspetti la realizzazione di un mio cortometraggio, ma mi affido molto alla collaborazione degli altri membri del cast tecnico-artistico. Dicono che sono un po’ pignolo…secondo me non è vero!


7) Tutti possono realizzare un corto oppure bisogna seguire un particolare corso?

Oggi il cinema con l’avvento della tecnologia digitale è diventato uno strumento più “democratico”, chiunque abbia a disposizione una videocamera e un software di video editing può avventurarsi nella realizzazione di un corto, a mio avviso è sempre meglio avere delle basi su cui lavorare e quindi delle nozioni di base riguardo la ripresa, l’illuminazione, il montaggio, ecc

8) …e nel tuo caso?

Ho seguito vari corsi per videomakers, di montaggio, workshop di regia e via discorrendo, ma la maggior parte delle competenze e conoscenze le ho acquisite con la pratica, la gavetta e la lettura di decine di manuali di cinema.


9) Quanto è difficile realizzare un corto? Ci vogliono attrezzature particolari, costose? Hai mai avuto dei guadagni?

Non ho mai avuto dei guadagni, è abbastanza difficile guadagnare con i cortometraggi purtroppo, la realizzazione di un corto è un percorso molto faticoso, soprattutto se si hanno a disposizione poche attrezzature e “risorse umane”, ma mettendoci un po’ di impegno si possono ottenere ugualmente risultati dignitosi e a volte inaspettati.

10) Nei concorsi a cui hai partecipato avrai conosciuto diversi aspiranti registi, quali sono le caratteristiche che viaccomunano e le differenze?

In comune abbiamo senz’altro la passione e la voglia di fare sempre meglio, ho notato anche una certa sfiducia tra i giovani filmmakers, dovuta alla scarsità di risorse che il nostro Paese investe nel cinema e al fatto che queste risorse in molti casi vengono investite in progetti di scarsa qualità.

11) Un bravo attore (o attrice) che cosa deve avere di speciale? Che cosa deve essere capace di fare precisamente? (rapporto congli attori)

Un bravo attore in genere lavora molto sulla psicologia del personaggio insieme al regista. Nei corti che ho realizzato, spesso gli attori impiegati non erano attori professionisti, ma con un po’ di lavoro e ripetendo più volte la scena si arriva quasi sempre al risultato desiderato.

12) Progetti futuri e obbiettivi di lungo periodo

Intanto continuerò a girare cortometraggi e cercherò di migliorare di volta in volta, non nascondo che il mio sogno è quello di far diventare la regia il mio mestiere, spero che un giorno qualche produttore sia disposto a produrre un mio lungometraggio…io intanto ce la metto tutta!



13) Cosa ne pensi della produzione indipendente di film/corti?

Il cinema indipendente dovrebbe essere sostenuto, soprattutto dalle istituzioni. Rispetto al passato in Puglia la situazione è migliorata, ma resta ancora tanto da fare.



14) Distribuzione gratuita tramite la rete via youtube-facebook, quanto serve, quanto ti ha aiutato?

Mi ha aiutato tantissimo, oltre a dare visibilità a quello che faccio, mi ha permesso di conoscere tante altre persone con la mia stessa passione, con alcune delle quali ho instaurato dei rapporti di amicizia e collaborazione, tra questi mi preme citare: Edoardo Casella, Andrea Cavalera, Stefania Lomartire e la PFFM.

15) Consiglia un film/regista

Tra i tanti consiglio “Il posto delle Fragole” di Ingmar Bergman, un’opera che analizza a fondo i sentimenti umani e lascia molti spunti per la riflessione su noi stessi.

16) Consiglia una canzone/album

Consiglio l’album “The visitors” degli ABBA, un ottimo esempio di musica pop di qualità.

17) Consigli per chi volesse intraprendere il tuo stesso cammino

Osate! Questo è il primo consiglio che mi sento di dare, il secondo è quello di studiare molto, anche per conto proprio, fare molta esperienza sul campo e non scoraggiarsi mai!

Di seguito vengono allegati i link di alcune sue opere postate su youtube:

-Tutto per una storia (teaser trailer)

http://www.youtube.com/watch?v=flway32bWsQ

-Anodyne 10

http://www.youtube.com/watch?v=yDopuXKkSR0

-Anodyne 10 (trailer)

http://www.youtube.com/watch?v=tL7Hcoosem4

Partner tecnici

Prendi il largo

Associazione culturale Prendi il largo

Casarano (LE), Via Cisternella n.18, Cap:73042

Mail: staff[at]prendiillargo.it

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction